Quetzal Modica

Commercio equo e solidale a 360°

Nasciamo nel 1995 per promuovere a Modica il commercio equo e solidale.

Un’intuizione: il commercio equo per essere credibile in Sicilia deve confrontarsi con la sfida di creare posti di lavoro, deve promuovere circuiti di produzione locali, puliti e sostenibili, un’altra economia.

Per questo dopo la Bottega del Mondo iniziamo nel 1999 il progetto di produzione della cioccolata di Modica. Inizialmente la facciamo produrre al laboratorio della Casa di accoglienza "Don Puglisi", distribuendola a tutte le Botteghe del Mondo in Italia. Nel 2004 apriamo un nostro laboratorio per la produzione di cioccolato di Modica con materie prime di commercio equo e solidale e lavoro pulito, acquistando il locale con un mutuo di Banca Etica.

Siamo nati legati ad una associazione di donne maya ixil del Guatemala, dalle quali per qualche anno abbiamo importato i tessuti che realizzavano con il tradizionale telaio a cintura, e per questo abbiamo scelto come nostro nome il quetzal, che è il simbolo del Guatemala e della libertà: è un pappagallino che messo in gabbia muore.

Le donne sono sempre state protagoniste nella nostra storia: dalle tessitrici maya delle origini, alle donne che hanno sempre animato la Bottega Solidale, alle donne del nostro laboratorio, alle nostre socie (una buona metà) , alle compagne di viaggio che vengono a visitarci, scrivono di noi, ci accompagnano in percorsi di formazione, come per esempio Cettina Mazzamuto. Crediamo nella forza e creatività femminili che abbiamo provato ad esprimere con la barretta Sherazade.